Impara da Stephen King: la prima fonte per trovare idee

Negli ultimi due anni, ho avuto il piacere di incontrare molti professionisti. Persone che hanno scritto libri, tengono corsi di formazione, conferenze, gestiscono blog con frequenze di pubblicazione che spaccano il secondo. Sai cos’hanno tutti in comune?

Hanno sempre idee nuove, argomenti di cui parlare, nuovi progetti, nuove attività, nuovi libri in scrittura. La loro mente è un laboratorio di idee, paradigmi, concetti e analisi di teorie da comprovare, riformulare o scardinare.

Sono fabbriche di idee.

E seppur non tutte le idee siano buone, anzi, alcune sono pessime idee, riescono a colpire sempre un bersaglio. Riescono a creare qualcosa, sempre.

Se vuoi essere uno scrittore prolifico dovresti apprendere la mentalità di queste persone.

Impossibile? Sono genio puro e ineguagliabile? Forse no.

Ecco, come potresti fare:

Hai letto il libro On Writing di Stephen King?

Ok, sto puntando troppo in alto, cosa dici? Eppure, il “Re del brivido” ti rivela un segreto tanto semplice quanto efficace:

Se vuoi essere uno scrittore devi fare due cose più di qualsiasi altra: leggi e scrivi tutti i giorni”

Banale vero? Eppure, chi di noi riesce a farlo con costanza sempre, ogni maledetto giorno?

Forse, ritagliarti del tempo per leggere un libro, qualsiasi libro, ti fa sentire in colpa. Pensi che avresti così tante cose da fare, giusto?

Sbagliato.

Per uno scrittore il tempo dedicato alla lettura è parte fondamentale del proprio mestiere. Non è tempo sprecato, magari solo perché provi piacere. È essenziale per il tuo lavoro, anche se è divertente: tanto meglio, no?

Leggere ti serve, alimenta il tuo serbatoio creativo.

Leggi di tutto, qualsiasi cosa, dal manuale tecnico al romanzo noir, perditi in un mondo di fantascienza, tutto serve per alimentare la tua scrittura. Anche i romanzi rosa, ok? Tutti i libri in ogni forma e genere. Più le tue letture sono varie, meglio è.

Hai mai pensato ai tuoi lettori ideali? Dovresti farlo. 

Cosa leggono, cosa gli piace? Sono donne o sono uomini? Quale linguaggio preferiscono?

Leggendo una grande varietà di libri il tuo cervello si riempie di parole, esperienze, fatti e storie, apparentemente inutili. Ma, nel corso del tempo, li elabora, li collega, li trasforma per creare idee nuove, per trovare soluzioni inaspettate. Eureka!

Se ti siedi davanti allo schermo e stai lottando con te stesso, perché non sai cosa scrivere, non è sempre colpa del blocco dello scrittore, probabilmente non stai leggendo abbastanza.

Trova almeno un’ora al giorno per dedicarti alla lettura più tecnica e di settore, e la sera, prima di andare a letto, dedica un’altra ora alla narrativa. Spingiti oltre agli argomenti che leggi di solito. Vedrai che, col passare dei giorni, le idee, i collegamenti, gli argomenti, sgorgheranno da soli. Resterai stupito.

Decidi i momenti in cui ti dedicherai alla lettura. Alla mattina, a pranzo, prima di dormire, non importa, trasformala in una abitudine quotidiana. Ti sembra impossibile o forse lo fai già? Esistono mille modi per trovare il tempo d’incontrare la lettura. Hai mai pensato di leggere mentre ti sposti con i mezzi pubblici da un luogo a un’altro? Oppure, leggere mentre cammini? 

Vedrai che inizierai a voler leggere di più. Pensa se tu riuscissi a leggere 3 o 4 ore al giorno, quanti libri leggeresti in un anno?

Se leggerai abbastanza non sarai mai e poi mai a corto di idee.